Nous remercions les membres qui ont effectué leurs paiements de la cotisation annuelle. Les membres, qui auront versé leur cotisation, recevront désormais automatiquement l’accès à la plate-forme VOD et pourront visionner tous les films éligibles de toutes les catégories.

L’iscription pour la procédure de nomination (vote dans l’outil de vote) sera possible jusqu’au 9 décembre 2016 sur la nouvelle gestion des membres.

Berna, 18.03.2016 - Alla presenza del consigliere federale Alain Berset si è svolta questa sera la 19a edizione del Premio del cinema svizzero. Le pellicole «Köpek» e «La Vanité» e il film documentario «Above and Below» sono stati premiati in due categorie ciascuno. «Köpek» e «Above and Below» si sono inoltre aggiudicati il Premio speciale dell’Accademia per il missaggio sonoro. La cerimonia di premiazione si è tenuta allo Schiffbau di Zurigo ed è stata trasmessa in diretta da SRF, RTS e RSI.

«Köpek» ha vinto in due categorie: a Esen Isik è andato un trofeo Quartz nella categoria Miglior film mentre Beren Tuna è stata premiata nella categoria Migliore interprete femminile. Il Premio speciale dell’Accademia è andato a Guido Keller per il missaggio sonoro di «Köpek» e a Jacques Kieffer per quello di «Above and Below», pellicola che si aggiudica anche il premio Miglior documentario e il premio Miglior montaggio. Patrick Lapp e Ivan Georgiev si sono distinti rispettivamente quale Miglior interprete maschile e Migliore interpretazione da non protagonista nel film «La Vanité».

Sono inoltre stati premiati «Kacey Mottet Klein, naissance d’un acteur» di Ursula Meier per la categoria Miglior cortometraggio e «Erlkönig» di Georges Schwizgebel per la categoria Miglior film d’animazione. Il premio Migliore sceneggiatura è andato a «Nichts passiert» di Micha Lewinsky, mentre Marcel Vaid si è distinto per la Migliore musica da film composta per «Als die Sonne vom Himmel fiel». Felix von Muralt ha vinto il premio Migliore fotografia per la pellicola «Schellen-Ursli» e infine il premio per il Miglior film di diploma, assegnato quest’anno per la prima volta, è stato aggiudicato a Frederic Siegel per «Ruben leaves».

Renato Berta ha ricevuto il Premio d’onore per la sua intera opera cinematografica. Nel suo discorso elogiativo, il consigliere federale Alain Berset ha dichiarato tra l’altro: «Il direttore della fotografia è un prezioso alleato sia per gli attori e le attrici che per noi, il pubblico: una doppia funzione che Renato Berta ha assunto magistralmente in oltre un centinaio di produzioni. Tanto la 'Nouvelle Vague' quanto il 'nuovo cinema svizzero' portano la sua firma».

Il Premio del cinema svizzero è realizzato dall’Ufficio federale della cultura, con il sostegno dei partner SRG SSR e Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta.

La prossima edizione del Premio del cinema svizzero si svolgerà venerdì 24 marzo 2017 al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra.

Foto della cerimonia di premiazione Le foto della manifestazione saranno pubblicate dalle ore 22 su www.premiodelcinemasvizzero.ch, alla rubrica «Media».

Indirizzo cui rivolgere domande: Ursula Pfander, addetta stampa Premio del cinema svizzero 2016, 079 628 22 71, media@schweizerfilmpreis.ch

https://twitter.com/PrixcinemaCH www.facebook.com/prixducinemasuisse www.instagram.com/prixducinemasuisse www.premiodelcinemasvizzero.ch www.bak.admin.ch

Berna, 27.01.2016 - In occasione della Notte delle nomination alla Konzertsaal di Solothurn, alla quale hanno partecipato circa 600 ospiti del mondo del cinema, sono state proclamate le nomination al Premio del cinema svizzero 2016. Per la seconda volta la cerimonia di premiazione si terrà allo Schiffbau di Zurigo, il 18 marzo prossimo, in presenza del consigliere federale Alain Berset. Durante la Settimana delle nomination, prevista a Zurigo e a Ginevra dal 14 al 20 marzo, il pubblico potrà vedere i film finalisti e discutere con i cineasti. All’edizione 2016 del Premio del cinema svizzero sono iscritti complessivamente 70 film in 12 categorie. Per la prima volta, al concorso sono ammessi anche i film realizzati al termine di una formazione cinematografica nella categoria «Miglior film di diploma». I film iscritti sono stati visionati e valutati da circa 260 membri dell’Accademia del Cinema Svizzero. I risultati della votazione anonima servono da raccomandazione alla commissione di nomina. Nomination al Premio del cinema svizzero 2016

Miglior film ogni nomination CHF 25 000 AMATEUR TEENS (Niklaus Hilber) HEIMATLAND (Jan Gassmann, Jonas Meier, Benny Jaberg, Tobias Nölle, Lionel Rupp, Lisa Blatter, Gregor Frei, Michael Krummenacher, Carmen Jaquier, Mike Scheiwiller) KÖPEK (Esen Isik) LA VANITÉ (Lionel Baier) NICHTS PASSIERT (Micha Lewinsky)

Miglior documentario ogni nomination CHF 25 000 ABOVE AND BELOW (Nicolas Steiner) ALS DIE SONNE VOM HIMMEL FIEL (Aya Domenig) DIRTY GOLD WAR (Daniel Schweizer) GROZNY BLUES (Nicola Bellucci) IMAGINE WAKING UP TOMORROW AND ALL MUSIC HAS DISAPPEARED (Stefan Schwietert)

Miglior cortometraggio ogni nomination CHF 10 000 JUST ANOTHER DAY IN EGYPT (Corina Schwingruber Ilić, Nikola Ilić) KACEY MOTTET KLEIN, NAISSANCE D'UN ACTEUR (Ursula Meier) LE MUR ET L'EAU (Alice Fargier) PEDRO M, 1981 (Andreas Fontana) SUBOTIKA. LAND OF WONDERS (Peter Volkart) Miglior film d’animazione ogni nomination CHF 10 000 ERLKÖNIG (Georges Schwizgebel) ISLANDER'S REST (Claudius Gentinetta, Frank Braun) LUCENS (Marcel Barelli) Migliore sceneggiatura ogni nomination CHF 5 000 KÖPEK (Esen Isik) LA VANITÉ (Lionel Baier / Julien Bouissoux) NICHTS PASSIERT (Micha Lewinsky)

Migliore interprete femminile ogni nomination CHF 5 000 Beren Tuna in KÖPEK Annina Walt in AMATEUR TEENS Annina Walt in NICHTS PASSIERT

Migliore interprete maschile ogni nomination CHF 5 000 Wolfram Berger in RIDER JACK Bruno Ganz in HEIDI Patrick Lapp in LA VANITÉ

Migliore interpretazione da non protagonista ogni nomination CHF 5 000 Chiara Carla Bär in AMATEUR TEENS Ivan Georgiev in LA VANITÉ Leonardo Nigro in SCHELLEN-URSLI

Migliore musica da film ogni nomination CHF 5 000 ALS DIE SONNE VOM HIMMEL FIEL (Marcel Vaid) HEIDI (Niki Reiser) KÖPEK (Marcel Vaid)

Migliore fotografia ogni nomination CHF 5 000 GIOVANNI SEGANTINI - MAGIE DES LICHTS (Pio Corradi) KÖPEK (Gabriel Sandru) SCHELLEN-URSLI (Felix von Muralt)

Miglior montaggio ogni nomination CHF 5 000 ABOVE AND BELOW (Kaya Inan) HEIDI (Michael Schaerer) HEIMATLAND (Kaya Inan)

Miglior film di diploma ogni nomination CHF 2500 PROCEDERE: (Delia Schiltknecht) RUBEN LEAVES (Frederic Siegel) UNE HISTOIRE SIMPLE, LA MIENNE, LA TIENNE ET CELLE DE M. (Atefeh Yarmohammadi)

Selezione delle nomination La commissione di nomina, designata dal Dipartimento federale dell’interno, è composta da cinque membri dell’Accademia del Cinema Svizzero. Sulla base delle raccomandazioni di circa 260 rappresentanti dell’Accademia, la commissione ha selezionato i film da nominare. La commissione presieduta da Ivo Kummer, caposezione Cinema dell’Ufficio federale della cultura, è composta da: Balz Bachmann, musicista e compositore, Zurigo; Corinna Glaus, casting, Zurigo; Pierre Monnard, regista, Châtel-Saint-Denis; Marco Ettore Zucchi, giornalista, Mendrisio; Françoise Deriaz, giornalista, Pully.

Settimana delle nomination La Settimana delle nomination, che coincide con la settimana della cerimonia di premiazione dal 14 al 20 marzo 2016, vedrà i film finalisti protagonisti ai Cinémas du Grütli di Ginevra e al Filmpodium di Zurigo. Le proiezioni, aperte al pubblico, costituiscono il programma collaterale della premiazione e offrono la possibilità di discutere con i cineasti.

Cerimonia di premiazione La premiazione, giunta alla sua 19a edizione, si svolgerà venerdì 18 marzo 2016 allo Schiffbau di Zurigo, in presenza del consigliere federale Alain Berset. L’omaggio alla creazione cinematografica svizzera è realizzato dall’Ufficio federale della cultura insieme ai partner SRG SSR e all’Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione anche Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta.

Nuova categoria «Miglior film di diploma» I film realizzati al termine di una formazione cinematografica sono ammessi per la prima volta al Premio del cinema svizzero in una propria categoria, a condizione che siano stati realizzati nel quadro della formazione e non prodotti o coprodotti in modo indipendente. Questa nuova categoria dà ai film di diploma una maggiore visibilità e facilita alle cineaste e ai cineasti partecipanti l’ingresso nel mondo del cinema indipendente. Per questa edizione, i film ammessi nella nuova categoria sono solo quattro, ma si prevede che aumenteranno nel 2017. I film di diploma realizzati con società di produzione indipendenti potranno partecipare come finora nelle altre categorie.

Ulteriori informazioni

Fotografie della Notte delle nomination Le fotografie della manifestazione saranno pubblicate sul sito www.schweizerfilmpreis.ch, rubrica «Media» il 27 gennaio, dalle ore 21.45.

Accreditamento al Premio del cinema svizzero 2016 L’invito per l’accreditamento alla cerimonia di premiazione sarà inviato a febbraio.

Premio del cinema svizzero 2016 nei social media Il pubblico e i media possono tenersi aggiornati su Twitter.


Indirizzo cui rivolgere domande Anne Weibel, responsabile Comunicazione, Ufficio federale della cultura, tel. 058 462 79 85, anne.weibel@bak.admin.ch


Pubblicato da Ufficio federale della cultura http://www.bak.admin.ch

Anbei finden Sie ein Dokument über die nominierbaren Filme und Personen für den Schweizer Filmpreis 2016. 70 Spiel-, Dok-, Kurz und Animationsfilme gehen dieses Jahr ins Rennen. Die Zugangsdaten für das Voting Tool werden Ihnen noch vor Weihnachten von unserem Notar François von May per Post zugestellt. Das Votingtool ist ab dem 22. Dezember 2015 in Betrieb. Gewählt werden kann bis am 25. Januar 2016 um 12.00 Uhr.

Die Nominationen in den Kategorien «Bester Spielfilm», «Bester Dokumentarfilm», «Bester Kurzfilm», «Bester Animationsfilm», «Bestes Drehbuch», «Beste Darstellerin», «Bester Darsteller», «Beste Darstellung in einer Nebenrolle», «Beste Filmmusik», «Beste Kamera», «Beste Montage» und «Bester Abschlussfilm» werden an der Nacht der Nominationen am 27. Januar 2016 im Rahmen der Solothurner Filmtage bekannt gegeben. Die Mitglieder der Schweizer Filmakademie sind herzlich dazu eingeladen.

Il 27 gennaio 2016 saranno resi noti i finalisti del Premio del cinema svizzero 2016. L’evento nel quadro delle Giornate di Soletta funge da anteprima ufficiale della cerimonia di premiazione che si terrà per la seconda volta allo Schiffbau di Zurigo il 18 marzo prossimo. Come ogni anno, i film finalisti saranno proiettati a Zurigo e Ginevra nella settimana che precede la cerimonia di premiazione.

All’edizione 2016 del Premio del cinema svizzero partecipano complessivamente 70 film, di cui 19 film di fiction, 22 documentari, 16 cortometraggi, 9 film di animazione e 4 film di diploma. Questi ultimi, realizzati al termine di una formazione cinematografica, sono ammessi per la prima volta al Premio del cinema svizzero in una propria categoria. Per le nomination, il Premio d’onore e il Premio speciale dell’Accademia è a disposizione un montepremi totale di 477 500 franchi.

Il Premio del cinema svizzero si compone di 12 categorie. Cinque film sono in lizza in ciascuna delle categorie «Miglior film», «Miglior documentario», «Miglior cortometraggio» e tre film o prestazioni in ciascuna delle categorie «Miglior film d’animazione», «Miglior film di diploma», «Migliore sceneggiatura», «Migliore interprete femminile», «Migliore interprete maschile», «Migliore interpretazione da non protagonista», «Migliore musica da film», «Migliore fotografia» e «Miglior montaggio».

Notte delle nomination Come da tradizione, le nomination al Premio del cinema svizzero saranno proclamate il penultimo giorno delle Giornate di Soletta: il 27 gennaio 2015 circa 600 ospiti, protagonisti della scena cinematografica svizzera, festeggeranno i finalisti.

Settimana delle nomination Dal 14 al 20 marzo 2016, settimana della cerimonia di premiazione, i film finalisti saranno protagonisti ai Cinémas du Grütli a Ginevra e al Filmpodium di Zurigo. Le proiezioni aperte al pubblico costituiscono il programma collaterale della premiazione e offrono la possibilità di discutere con i cineasti.

Nuova categoria «Miglior film di diploma»

I film realizzati al termine di una formazione cinematografica sono ammessi per la prima volta al Premio del cinema svizzero in una propria categoria, a condizione che siano stati realizzati durante la formazione e non prodotti o coprodotti in modo indipendente. Questa nuova categoria dà ai film di diploma una maggiore visibilità e facilita alle cineaste e ai cineasti partecipanti l’ingresso nel mondo del cinema indipendente. Per questa edizione, i film ammessi nella nuova categoria sono solo quattro, ma si prevede che aumenteranno nel 2017. I film di diploma realizzati con società di produzione indipendenti potranno partecipare nelle altre categorie anche in futuro.

Cerimonia di premiazione La cerimonia della 19a edizione del Premio del cinema svizzero si svolgerà venerdì 18 marzo 2016 allo Schiffbau di Zurigo. L’omaggio alla settima arte in Svizzera è realizzato dall’Ufficio federale della cultura insieme ai partner SRG SSR e l’Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione anche Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta. Il riconoscimento ufficiale del cinema svizzero è un impegno della Confederazione dal 2012.

Procedura di selezione La commissione di nomina, designata dal Dipartimento federale dell’interno, è composta da cinque membri dell’Accademia del Cinema Svizzero. Sulla base delle raccomandazioni di circa 350 membri dell'Accademia, la commissione ha selezionato i film da nominare. Nel febbraio prossimo, i membri dell’Accademia con diritto di voto designeranno tra i finalisti le vincitrici e i vincitori del Premio del cinema svizzero 2016.

Informazioni sulla Notte delle nomination 2016 La Notte delle nomination, che si svolgerà il 27 gennaio nella Sala concerti di Soletta, aprirà le porte al pubblico alle ore 17.15. Le nomination saranno proclamate a partire dalle ore 18. Il comunicato stampa sarà diffuso il 27 gennaio alle ore 19 su www.news-service.admin.ch. Le fotografie della manifestazione saranno disponibili dalle 19.30 in poi su www.premiodelcinemasvizzero.ch.

Informazioni Anne Weibel, responsabile Comunicazione, Ufficio federale della cultura, tel. 058 462 79 85, anne.weibel@bak.admin.ch

I rappresentanti della stampa che prevedono di realizzare un contributo sulla manifestazione sono pregati di accreditarsi alle Giornate di Soletta, Ursula Pfander, presse@soluthurnerfilmtage.ch.

L'invito per l'accreditamento alla cerimonia di consegna del Premio del cinema svizzero 2016 a Zurigo sarà inviato a febbraio.

Berna, 13.03.2015 - Alla presenza del consigliere federale Alain Berset si è svolta questa sera l’ottava edizione del Premio del cinema svizzero. La docu-fiction «Der Kreis» ha ottenuto quattro premi, tra cui quello come Miglior film. Anche «Electroboy» figura tra i vincitori della serata, con premi in due categorie. Un trofeo «Quartz» è andato a Sabine Timoteo e Sven Schelker nella categoria Migliore interpretazione. La cerimonia di premiazione si è tenuta al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra ed è stata trasmessa in live streaming da SRF, RTS e RSI. «Der Kreis» ha trionfato in quattro categorie: a Stefan Haupt è andato un trofeo «Quartz» nella categoria Miglior film e insieme a Christian Felix, Ivan Madeo e Urs Frey è stato premiato per la Migliore sceneggiatura. Altri premi sono stati assegnati a Sven Schelker come Miglior interprete maschile e a Peter Jecklin come Migliore interpretazione da non protagonista.

Miglior documentario è risultato «Electroboy» di Marcel Gisler. Thomas Bachmann ha conquistato un «Quartz» per il montaggio di «Electroboy». Altri vincitori sono il cortometraggio «Discipline» di Christophe M. Saber e «Timber» nella categoria Miglior film d’animazione. L’attrice Sabine Timoteo è stata premiata per la sua interpretazione in «Driften». Per la Migliore musica da film in «Pause» il riconoscimento è andato a Mathieu Urfer, Marcin de Morsier, John Woolloff e Ariel Garcia. Lorenz Merz si è distinto per la Migliore fotografia in «Chrieg». Il Premio speciale dell’Accademia è andato a Patrick Lindenmaier per il suo picture design nei film svizzeri. Il vincitore ha collaborato alla realizzazione di numerosi film svizzeri in lizza, tra cui «Electroboy», «Thuletuvalu», «Broken Land», «Bouboule» e «L’Abri».

Jean-Luc Godard ha ricevuto il Premio d’onore per la sua opera cinematografica. Per motivi di salute, non gli è stato possibile essere presente alla premiazione. Il regista ha inviato un messaggio video per salutare gli ospiti. Il consigliere federale Alain Berset, pronunciando il suo discorso elogiativo, ha dichiarato tra l’altro: «Il suo cinema è un mix di generi e di forme. È poesia attecchita sul quotidiano. È diletto saggiamente dosato, follia triste e pessimismo gioioso. È una volta sociologico una volta politico. È musica delle frasi e grammatica dei rumori. Questo genere di cinema è jazz».

Il Premio del cinema svizzero è realizzato dall’Ufficio federale della cultura con i partner SRG SSR e Association «Quartz» Genève Zürich e organizzato in collaborazione con Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta.

La prossima edizione del Premio del cinema svizzero si svolgerà venerdì 18 marzo 2016 allo Schiffbau di Zurigo.

Foto della cerimonia di premiazione: Dalle ore 22 saranno pubblicate le foto della manifestazione su www.schweizerfilmpreis.ch, nella rubrica «Media».

Assegnando il premio d’onore a Jean-Luc Godard viene reso omaggio a un artista cinematografico visionario e a un maestro virtuoso del montaggio, le cui opere d’avanguardia hanno ispirato e continuano ad ispirare generazioni di cineasti in tutto il mondo. Il regista sarà insignito del Trofeo «Quartz» dal consigliere federale Alain Berset in occasione della cerimonia di premiazione prevista il 13 marzo al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra. Il regista Jean-Luc Godard è il vincitore del Premio d’onore del cinema svizzero 2015: un riconoscimento con cui l’Ufficio federale della cultura intende premiare l’intera opera cinematografica di uno dei maggiori protagonisti della Nouvelle Vague. Il Premio d’onore è dotato di 30 000 franchi. Il massimo riconoscimento a Jean-Luc Godard Nel 1960 Jean-Luc Godard conquista la scena internazionale con il suo primo lungometraggio «Fino all’ultimo respiro» (À bout de souffle). Il film con Jean-Paul Belmondo e Jean Seberg diventa il simbolo di un nuovo movimento, la Nouvelle Vague. Non di rado le sue idee anticonvenzionali e la sua visione critica del mondo nonché la sua abitudine di mettere a soqquadro le strutture narrative mettono a dura prova il suo pubblico. Il rapporto tra immagine e linguaggio è sempre stato un tema centrale del suo lavoro, come testimonia anche la sua ultima opera «Adieu au language», presentata per la prima volta e premiata al Film festival di Cannes con il Premio della giuria.L’opera di Jean-Luc Godard conta oggi più di 40 film ed esperimenti video. Le sue pellicole di fama mondiale hanno influenzato generazioni di cineasti. Non va inoltre dimenticata la sua attività di critica cinematografica, fatta di riflessioni sulla propria opera e su quella degli altri, tra l’altro attraverso innumerevoli contributi per la rivista cinematografica francese «Cahiers du Cinéma».Jean-Luc Godard è originario di una famiglia franco-svizzera. Dal 1953 è cittadino di Gland. La Settimana delle nomination Dal 9 al 15 marzo 2015 - settimana della cerimonia di premiazione – i film finalisti saranno protagonisti ai Cinémas du Grütli a Ginevra e al Filmpodium di Zurigo. Le proiezioni aperte al pubblico, organizzate dall’Association «Quartz» Genève Zürich, sono parte del programma collaterale della premiazione e offrono la possibilità di incontrare i cineasti ospiti. Saranno inoltre proiettate anche pellicole di Jean-Luc Godard, vincitore del Premio d’onore. Il programma è disponibile sul sito Internet www.premiodelcinemasvizzero.ch/it/
La cerimonia di premiazione La premiazione, giunta alla sua 18° edizione, si terrà il 13 marzo 2015 al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra, in presenza del consigliere federale Alain Berset. L’omaggio alla settima arte in Svizzera è realizzato dall’Ufficio federale della cultura insieme ai partner SRG SSR e l’Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione anche Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta.

Oggi, in occasione della Notte delle nomination alla Konzertsaal di Solothurn, alla quale hanno preso parte circa 600 ospiti del mondo del cinema, sono stati resi noti i nomi delle candidate e dei candidati al Premio del cinema svizzero. La cerimonia di premiazione si terrà il 13 marzo al Bâtiment des Forces Motrices a Ginevra. Durante la Settimana delle nomination, dal 9 al 15 marzo 2015, a Zurigo e a Ginevra il pubblico potrà vedere i film finalisti e incontrare i cineasti.

Al Premio del cinema svizzero 2015 sono stati ammessi 88 film in 11 categorie, visionati e valutati da circa 300 membri dell’Accademia del Cinema Svizzero. I risultati delle votazioni anonime servono alla commissione di nomina come raccomandazione.

Nomination per il Premio del cinema svizzero 2015

«Miglior film» – ogni nomination CHF 25 000
BOUBOULE, Bruno Deville, CAB Productions SA
CHRIEG, Simon Jaquemet, Hugofilm Productions GmbH
DER KREIS, Stefan Haupt, Contrast Film Zürich
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN, Stina Werenfels, Dschoint Ventschr Filmproduktion AG
PAUSE, Mathieu Urfer, Box Productions

«Miglior documentario» – ogni nomination CHF 25 000
ELECTROBOY, Marcel Gisler, Langfilm
IRAQI ODYSSEY, Samir, Dschoint Ventschr Filmproduktion AG
TABLEAU NOIR, Yves Yersin, Ateliers MERLIN Sàrl
THULETUVALU, Matthias von Gunten, HesseGreutert Film AG
YALOM'S CURE, Sabine Gisiger, Das Kollektiv für audiovisuelle Werke GmbH

«Miglior cortometraggio» – ogni nomination CHF 10 000
DISCIPLINE, Christophe M. Saber, Box Productions
EN AOÛT, Jenna Hasse, Galão com Açúcar
LA PETITE LEÇON DE CINÉMA: LE DOCUMENTAIRE, Jean‐Stéphane Bron, Milos-Films SA
PETIT HOMME, Jean‐Guillaume Sonnier, Casa Azul Films
TIŠINA MUJO, Ursula Meier, Bande à part Films

«Miglior film d’animazione» – ogni nomination CHF 10 000
AUBADE, Mauro Carraro, Nadasdy Film
MESSAGES DANS L'AIR, Isabelle Favez, Nadasdy Film
TIMBER, Nils Hedinger, prêt-à-tourner Filmproduktion GmbH

«Migliore sceneggiatura» – ogni nomination CHF 5 000
BOUBOULE (Antoine Jaccoud, Bruno Deville), CAB Productions SA
DER KREIS (Stefan Haupt, Christian Felix, Ivan Madeo, Urs Frey), Contrast Film Zürich
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Stina Werenfels, Boris Treyer), Dschoint Ventschr Filmproduktion AG

«Migliore interprete femminile» – ogni nomination CHF 5 000
Ursina Lardi, in UNTER DER HAUT
Sylvie Marinkovic, in CURE – THE LIFE OF ANOTHER
Sabine Timoteo, in DRIFTEN

«Miglior interprete maschile» – ogni nomination CHF 5 000
Baptiste Gilliéron, in PAUSE
Benjamin Lutzke, in CHRIEG
Sven Schelker, in DER KREIS

«Migliore interpretazione da non protagonista» – ogni nomination CHF 5000
Nils Althaus, in PAUSE
Peter Jecklin, in DER KREIS
Ella Rumpf, in CHRIEG

«Migliore musica da film» – ogni nomination CHF 5 000
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Peter Scherer)
ELECTROBOY (Balduin)
PAUSE (Mathieu Urfer, Marcin de Morsier, John Woolloff, Ariel Garcia)
YALOM'S CURE (Balz Bachmann)

«Migliore fotografia» – ogni nomination CHF 5 000
CHRIEG (Lorenz Merz)
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Lukas Strebel)
THULETUVALU (Pierre Mennel)

«Migliore montaggio» – ogni nomination CHF 5 000
CHRIEG (Christof Schertenleib)
DER KREIS (Christoph Menzi)
ELECTROBOY (Thomas Bachmann)

Selezione delle nomination La commissione di nomina, designata dal Dipartimento federale dell’interno, è composta da cinque membri dell’Accademia del Cinema Svizzero. Sulla base delle raccomandazioni di circa 300 rappresentanti dell'Accademia, la commissione ha selezionato i film da nominare. Presieduta da Ivo Kummer, caposezione Cinema dell’Ufficio federale della cultura, la commissione è composta da: John Canciani, responsabile artistico, Festival internazionale del cortometraggio, Winterthur; Irene Genhart, giornalista indipendente, Zurigo; Séverine Cornamusaz, regista, Losanna; Romed Wyder, regista e produttore, Briga; Ulrich Grossenbacher, regista e cameraman, Langenthal.

La Settimana delle nomination Dal 9 al 15 marzo 2015 - settimana della cerimonia di premiazione – i film finalisti saranno protagonisti ai Cinémas du Grütli a Ginevra e al Filmpodium di Zurigo. Le proiezioni aperte al pubblico sono parte del programma collaterale della premiazione e offrono la possibilità di incontrare i cineasti.

La cerimonia di premiazione La premiazione, giunta alla sua 18° edizione, si terrà il 13 marzo 2015 al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra, in presenza del consigliere federale Alain Berset. L’omaggio alla settima arte in Svizzera è realizzato dall’Ufficio federale della cultura insieme ai partner SRG SSR e l’Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione anche Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta.

Die Nominierten für den Schweizer Filmpreis 2015 wurden heute im Rahmen der Nacht der Nominationen bekannt gegeben, an welcher sich rund 600 Gäste aus der Filmbranche im Konzertsaal Solothurn zur feierlichen Ankündigung trafen. Die Preisverleihung des Schweizer Filmpreises findet am 13. März im Bâtiment des Forces Motrices in Genf statt. Das Publikum kann während der Woche der Nominierten vom 9. bis 15. März 2015 in Zürich und Genf die nominierten Filme im Kino sehen und mit Filmschaffenden diskutieren. Für den Schweizer Filmpreis 2015 sind insgesamt 88 Filme in 11 Kategorien angemeldet, diese wurden von rund 300 Mitgliedern der Schweizer Filmakademie gesichtet und beurteilt. Die Resultate der anonymen Abstimmung dienen der Nominationskommission als Empfehlung.

Nominationen für den Schweizer Filmpreis 2015

«Bester Spielfilm» – je Nomination CHF 25'000
BOUBOULE, Bruno Deville, CAB Productions SA
CHRIEG, Simon Jaquemet, Hugofilm Productions GmbH
DER KREIS, Stefan Haupt, Contrast Film Zürich
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN, Stina Werenfels, Dschoint Ventschr Filmproduktion AG
PAUSE, Mathieu Urfer, Box Productions

«Bester Dokumentarfilm» – je Nomination CHF 25'000
ELECTROBOY, Marcel Gisler, Langfilm
IRAQI ODYSSEY, Samir, Dschoint Ventschr Filmproduktion AG
TABLEAU NOIR, Yves Yersin, Ateliers MERLIN Sàrl
THULETUVALU, Matthias von Gunten, HesseGreutert Film AG
YALOM'S CURE, Sabine Gisiger, Das Kollektiv für audiovisuelle Werke GmbH

«Bester Kurzfilm» – je Nomination CHF 10'000
DISCIPLINE, Christophe M. Saber, Box Productions
EN AOÛT, Jenna Hasse, Galão com Açúcar
LA PETITE LEÇON DE CINÉMA: LE DOCUMENTAIRE, Jean‐Stéphane Bron, Milos-Films SA
PETIT HOMME, Jean‐Guillaume Sonnier, Casa Azul Films
TIŠINA MUJO, Ursula Meier, Bande à part Films

«Bester Animationsfilm» – je Nomination CHF 10’000
AUBADE, Mauro Carraro, Nadasdy Film
MESSAGES DANS L'AIR, Isabelle Favez, Nadasdy Film
TIMBER, Nils Hedinger, prêt-à-tourner Filmproduktion GmbH

«Bestes Drehbuch» – je Nomination CHF 5'000
BOUBOULE (Antoine Jaccoud, Bruno Deville), CAB Productions SA
DER KREIS (Stefan Haupt, Christian Felix, Ivan Madeo, Urs Frey), Contrast Film Zürich
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Stina Werenfels, Boris Treyer), Dschoint Ventschr Filmproduktion AG

«Beste Darstellerin» – je Nomination CHF 5'000
Ursina Lardi, in UNTER DER HAUT
Sylvie Marinkovic, in CURE – THE LIFE OF ANOTHER
Sabine Timoteo, in DRIFTEN

«Bester Darsteller» – je Nomination CHF 5'000
Baptiste Gilliéron, in PAUSE
Benjamin Lutzke, in CHRIEG
Sven Schelker, in DER KREIS

«Beste Darstellung in einer Nebenrolle» – je Nomination CHF 5’000
Nils Althaus, in PAUSE
Peter Jecklin, in DER KREIS
Ella Rumpf, in CHRIEG

«Beste Filmmusik» – je Nomination CHF 5’000
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Peter Scherer)
ELECTROBOY (Balduin)
PAUSE (Mathieu Urfer, Marcin de Morsier, John Woolloff, Ariel Garcia)
YALOM'S CURE (Balz Bachmann)

«Beste Kamera» – je Nomination CHF 5’000
CHRIEG (Lorenz Merz)
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN (Lukas Strebel)
THULETUVALU (Pierre Mennel)

«Beste Montage» – je Nomination CHF 5’000
CHRIEG (Christof Schertenleib)
DER KREIS (Christoph Menzi)
ELECTROBOY (Thomas Bachmann)

Wahl der Nominierten
Das Eidgenössische Departement des Innern wählt eine fünfköpfige Kommission aus den Mitgliedern der Schweizer Filmakademie. Diese spricht die Nominationen basierend auf den Empfehlungen der 300 Mitglieder der Akademie aus. Die von Ivo Kummer, Leiter Sektion Film BAK, präsidierte Nominationskommission setzt sich aus folgenden Akademie-Mitgliedern zusammen: John Canciani, künstlerischer Leiter, Internationale Kurzfilmtage, Winterthur; Irene Genhart, unabhängige Journalistin, Zürich; Séverine Cornamusaz, Regisseurin, Lausanne; Romed Wyder, Regisseur und Produzent, Brig; Ulrich Grossenbacher, Regisseur und Kameramann, Langenthal.

Die Woche der Nominierten In der Woche der Preisverleihung vom 9. bis 15. März 2015 widmet sich die Woche der Nominierten in den Cinémas du Grütli in Genf und im Filmpodium in Zürich den nominierten Filmen. Die öffentlichen Veranstaltungen bilden das Rahmenprogramm zur Preisverleihung und bieten dem Publikum Gelegenheit, in einen direkten Dialog mit den Filmschaffenden zu treten.

Die Preisverleihung Die 18. Verleihung des Schweizer Filmpreises in Anwesenheit von Herrn Bundesrat Alain Berset findet am Freitag 13. März 2015 im Bâtiment des Forces Motrices in Genf statt. Die Ehrung des einheimischen Filmschaffens wird vom Bundesamt für Kultur BAK mit den Partnern SRG SSR und der Association «Quartz» Genève Zürich realisiert und in Zusammenarbeit mit Swiss Films, der Schweizer Filmakademie und den Solothurner Filmtagen organisiert.

L’Office fédéral de la Culture (OFC) lance la mise au concours du Prix du cinéma suisse 2015. La participation est soumise à une inscription. Celle-ci doit être soumise par le ou les ayants droit du film à SWISS FILMS jusqu’au 30 septembre 2014.

Dès à présent et jusqu’au 30 septembre 2014, les producteurs et productrices peuvent inscrire leurs films dans une ou plusieurs des onze catégories du Prix du cinéma suisse 2015 sur la plateforme en ligne www.swissfilmsdata.ch.

La remise du Prix aura lieu vendredi, le 13 mars 2015, au Bâtiment des Forces Motrices de Genève.

Inscription en ligne au Prix du cinéma suisse 2015 (du 11 août au 30 septembre 2014)

Vous trouvez des informations ultérieures ci-joint:

  • Mise au concours Prix du cinéma suisse 2015

  • Spécifications techniques Prix du cinéma suisse 2015